Articoli

Le porte per alberghi. Sicurezza tagliafuoco e abbattimento acustico per un maggior comfort nelle stanze d’albergo.

Le porte per alberghi. Sicurezza tagliafuoco e abbattimento acustico per un maggior comfort nelle stanze d’albergo.

Per sentirsi protetti anche in caso di incendio, è importante scegliere una porta tagliafuoco. Abitazioni, condomini, ristoranti, centri commerciali, cinema, alberghi ed edifici pubblici possono tutti affidarsi a Dierre in modo da essere attrezzati con la porta giusta e di ottima qualità.
Le chiusure antincendio Dierre sono testate per la resistenza al fuoco secondo la norma europea EN 1634-1, e i prodotti sono classificati EI30, EI60, EI90, EI 120. Il termine EI identifica la capacità di un prodotto di conservare alcune caratteristiche per il tempo prestabilito: 30, 60, 90 minuti o 120 per le porte in acciaio solo tagliafuoco.

Opera Disuper, la nuova porta per alberghi con altissime prestazioni

Le porte Dierre Opera sono ideali per gli alberghi e sono le prime a norma UNI 1634 con certificato per il montaggio su pareti in cartongesso antifuoco.
Nelle Opera DISUPER, il riempimento interno in più strati di vari materiali garantisce alte prestazioni in termini di tagliafuoco e isolamento acustico.
Questi modelli dispongono infatti di una certificazione EI30 e EI60.
La DISUPER 30 garantisce una resistenza al fuoco di 30 minuti e ha un abbattimento acustico di 42 dB.
La DISUPER 60 assicura invece una resistenza al fuoco di 60 minuti e arriva ad un altissimo abbattimento acustico: 47 dB.
Tra la battuta inferiore e il pavimento, viene montata la soglia mobile automatica che assicura più protezione da correnti d’aria, odori e fumi.
Vediamo nel dettaglio com’è composta:
Lo stipite ha un telaio con profilo a battuta su tre lati: vi è un massello in legno di listellare e coprifili in multistrato di larghezza variabile.
Le cerniere sono di tipo a scomparsa reversibili portanti, di cui le due superiori ravvicinate per garantire una tenuta maggiore.
Il battente ha uno spessore di 64 mm ed è realizzato con intelaiatura perimetrale in legno massello su quattro lati. Sulla parte superiore e sui montanti verticali dell’anta vi è una guarnizione termo espandente e sul dorso inferiore una doppia soglia mobile.
L’anta e il telaio sono verniciati con finitura trasparente satinata oppure laccati con vernice poliuretanica opaca.
Inoltre tutte le porte Opera sono provviste di una targhetta di identificazione sul lato della serratura che contiene tutti i riferimenti della porta, come il numero di serie e il numero di omologazione.
Ora che hai letto tutte le caratteristiche della porta Opera Disuper, sai che per noi di Dierre garantire la massima protezione, è una prerogativa irrinunciabile (fonte).

Mas Srl infissi a Durazzano garantisce un alta qualità del servizio, competenza e attenzione al cliente con l’offerta esclusiva di una gamma di prodotti top Dierre, grazie ad un esperienza maturata nel settore negli anni anni in qualità di rivenditore autorizzato Dierre . Per consulenze sopralluoghi e preventivi compila subito il form.

Infissi a meta’ prezzo sconto immediato in fattura da Mas Srl

Infissi a meta’ prezzo sconto immediato in fattura da Mas Srl

Sconto immediato in fattura del 50% con l’EcoBONUS ristrutturazione

Il Decreto Crescita convertito nella legge nr°58 del 28 giugno 2019 contiene l’articolo 10 che riguarda nello specifico il settore infissi.

Esso stabilisce che per gli interventi di riqualificazione energetica che avvengono su edifici esistenti, il cliente finale che ha diritto all’Ecobonus concesso dallo Stato, può scegliere di optare per la detrazione normale in 10 anni oppure ottenere uno sconto immediato in fattura pari al 50% cedendo il credito restante al proprio fornitore.

Mas Srl ha aderito a questa iniziativa ed ha la possibilità di offrirti attraverso i suoi partner l’imperdibile possibilità di acquistare le tue nuove e belle finestre a metà prezzo!

Cosa aspetti? Approfittane subito!

Il 31 dicembre si avvicina e c’è il rischio che nel 2020 il tutto non sia prorogato!
Per maggiori informazioni vieni a visitarci presso il nostro showroom di Durazzano (Bn) oppure compila il form, sarai ricontattato dal nostro staff  il prima possibile!

Guida pratica:Ecobonus 2019 cos’è e come funziona

Tratto da money.it
L’ecobonus 2019 è la detrazione Irpef o Ires riconosciuta ai contribuenti che effettuano lavori per il risparmio energetico su edifici esistenti. Il bonus viene erogato nella forma di riduzione delle imposte dovute, in 10 rate annuali di pari importo.
La detrazione è stata prorogata dalla Legge di Bilancio fino al 31 dicembre 2019 per i lavori in edifici privati mentre, per le spese sostenute per interventi in parti comuni di condomini, la scadenza per fruire dell’agevolazione è fissata al 31 dicembre 2021.
Per spiegare nel dettaglio come funziona l’ecobonus è utile far riferimento alla guida pubblicata dall’Agenzia delle Entrate contenente tutte le novità sulla detrazione fiscale Irpef.
Nel 2019 la detrazione Irpef arriverà fino all’85% nei casi di lavori volti anche a migliorare il rischio sismico dei condomini. Per gli edifici privati, invece, lo sconto fiscale sarà differenziato tra il 50% e il 65% sulla base dei lavori effettuati.
Nel caso in cui l’intervento sia effettuato su parti comuni condominiali che non comportino modifiche volte a ridurre il rischio sismico, l’importo di detrazione Irpef potrà variare dal 70% al 75%.
Nel caso in cui gli interventi e le spese di ristrutturazione per migliorare l’efficienza energetica interesseranno l’intero involucro dell’edificio, l’ecobonus potrà salire al 70% (nel caso in cui i lavori incidano sul 25% della superficie complessiva del condominio), mentre sarà del 75% se la riqualificazione energetica sarà finalizzata al miglioramento e al risparmio sulla spesa energetica sia estiva che invernale.
Uno dei requisiti necessari per richiedere la detrazione per la riqualificazione energetica è che l’intervento sia effettuato su immobili o edifici già esistenti provando l’esistenza dello stesso, che potrà essere di qualsiasi categoria catastale.
Si ricorda che l’ecobonus è ammesso anche nel caso di lavori di riqualificazione su beni strumentali.
Ecobonus 2019, detrazione 65 e 50 per cento: ecco per quali spese spetta
Per richiedere l’ecobonus nel 2019 è necessario che la spesa per la quale si richiede la detrazione riguardi specifici interventi volti al risparmio energetico e, per effetto delle novità introdotte dalla scorsa Legge di Bilancio, l’importo del bonus riconosciuto non sarà più pari pari ad una detrazione del 65% per tutti i lavori, ma sarà differenziato in due diverse aliquote.
Vediamo quali sono le spese per le quali l’ecobonus sarà al 50%, al 65%, al 70% e fino all’85% per i lavori in condominio:

Ecobonus 2019 al 50% per i seguenti interventi:

  • interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi;
  • schermature solari;
  • caldaie a biomassa;
  • caldaie a condensazione, che continuano ad essere ammesse purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.18/2013. Le caldaie a condensazione possono, tuttavia, accedere alle detrazioni del 65% se oltre ad essere in classe A sono dotate di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02.

Finestre bagno scelte e consigli

Finestre bagno scelte e consigli

Se avete intenzione di rinnovate il vostro bagno, ristrutturate casa, oppure volete creare un secondo bagno, parecchi sono gli elementi che dovete prendere in considerazione per non sbagliare.A parte la scelta dei degli arredi, sanitari e suppellettili vari, una cosa che non dovete mai trascurare è la progettazione e definizione di finestre e infissi. L’acquisto va pianificato con la consulenza di un esperto.Mas Srl fornisce una consulenza tecnologica degli infissi che vi permetterà di sceglire gli infissi con la giusta tranquillità.Sicuri della qualità e della durevolezza del prodotto, come pure del risparmio che vi permetterà di abbattere i costi in bolletta, grazie alla scelta del serramento più adatto.

  • Posizionamento del bagno rispetto alla collocazione della casa

Se il vostro bagno sarà esposto a est, la luce lo illuminerà per tutta la prima metà della giornata, quindi dovrete prevedere un infisso che fornisca una schermatura solare, così da evitare l’effetto-sauna al mattino, quando ci si prepara per uscire; se viceversa la finestra del bagno è esposta ad ovest, dovrete prevedere infissi che permettano una buona arieggiatura e la possibilità di schermare le vetrate nelle lunghe ore pomeridiane;
Per fare tutto da casa e sapere quali finestre e per quanto tempo beneficiano della luce del sole diretta si può utilizzare un pratico servizio online : www.suncalc.net

  • Fattore privacy

Se il  bagno affaccia sul giardino dei vicini, o su una strada a forte passaggio, dovrete considerarlo per scegliere la finestra appropriata. Certo l’architetto si occuperà del fattore estetico, ma la consulenza del personale specializzato di cui ci avvaliamo qui a Mas srl vi fornirà tutto il supporto tecnico necessario, ed un sistema di ombreggiatura automatico da applicare alle vostre finestre: finalmente fare il bagno in relax, senza temere sguardi importuni, sarà una bella realtà.

  • Come fare per sfruttarla al massimo

Utilizzare al meglio la luce naturale è un aspetto fondamentale, perché, oltre ad incidere notevolmente sui consumi, abbassandoli, la luce naturale previene muffe e umidità, frequenti nei bagni e riscalda gli ambienti in modo piacevole. Anche qui i sistemi di ombreggiatura dovranno essere accuratamente pianificati per fruire dei benefici della luce naturale in modo protetto dai raggi UV.

  • Tipi di finestre

Non c’è che l’imbarazzo della scelta, finestre bagno dimensioni. Le finestre con ante basculanti, cioè a bilico, orizzontale o verticale, che permetteranno un buon livello di sicurezza se ci sono bambini in casa; le finestre con ante scorrevoli permetteranno uno sfruttamento dello spazio soprattutto nel caso di bagni di piccola dimensione; le finestre con doppia apertura, dalla grande versatilità, forniranno aria e luce in quantità, permettendo di lasciare aperto il segmento superiore o quello inferiore; le finestre louvre o a griglia, permetteranno aperture a settori, garantendo anche un buon livello di privacy; infine le finestre bi-fold, o con apertura a libro, permetteranno un’apertura totale con un ingombro davvero minimo (al link tutte le soluzioni).

  • Materiale

Forti della nostra esperienza nel settore, tra i materiali che più si adattano per il bagno, vi possiamo consigliare l’alluminio. Infatti i serramenti in alluminio sono fatti per durare nel tempo, perchè i materiali utilizzati sono resistenti agli agenti atmosferici ed anticorrosione; inoltre hanno un costo contenuto, rispetto ad altri materiali; per non parlare della mantenzione, quasi zero. Dopo l’installazione, i vostri serramenti in alluminio vi accompagneranno molto a lungo, senza aver bisogno di essere rimessati o trattati, come invece bisogna fare con gli infissi di legno; la sicurezza poi è senz’altro un fattore da non trascurare, sia per quanto riguarda il pericolo di incendi, sia per quanto concerne il rischio di effrazione; infine, parlando di ambiente, essendo l’alluminio un materiale completamente riciclabile, i serramenti in alluminio assicurano un alto indice di eco-compatibilità.

Ci puoi trovare per: Infissi Durazzano, Infissi Benenvento, Infissi napoli, Infissi Campania